Menu Principale




Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Lo spazio per le chiacchere tra gli amici di MP!
Qui si può parlare di tutto, non solo di funghi

ARGOMENTO: Ho vissuto di espedienti : il Gluckista

Ho vissuto di espedienti : il Gluckista 22/04/2019 10:00 #126264

  • ombra58
  • Avatar di ombra58
  • OFFLINE
  • Pantalone bianco
  • Messaggi: 487
  • Ringraziamenti ricevuti 924
  • Karma: 211
Sin dall’inizio mi sono arrabattato, non avevo in tasca mai un quattrino.

Uno dei primi “lavori” che feci fu il “Gluckista”. Trattasi di un lavoro altamente specializzato e creativo. Consisteva nella misurazione dell’onda di ritorno su superfici acquose (laghi, fiumi), elaborazione di grafici e relazione finale con progetto della eco-sostenibilità del progetto fantasma (questa è una bufala che mi sono inventato adesso, in quei tempi chi si poneva il problema della ecosostenibilità?). La procedura era la seguente.

1) Si “rubava” la strumentazione pseudoscientifica al babbo (geometra) che comprendeva teodolite, una specie di cannocchiale graduato, asta graduata, paline e poco altro ah la bindella. Macchina fotografica, d’obbligo la Polaroid.
2) Con un paio di amici si scendeva con le biciclette al ponte di Oleggio, struttura in ferro bombardata nell’ultima guerra, sono quasi 70 anni che sta lì a dividere la Lombardia dal Piemonte (o il contrario che è la stessa cosa), si raggiungeva in sponda piemontese di solito l’ampio lido, sempre affollato, e si piazzava la strumentazione a casaccio, fondamentale questo passaggio.
3) Uno degli amici aveva ivi la barca in ferro di uno zio compiacente, optional di fondamentale importanza per il risultato dell’operazione
4) Si iniziava una raccolta di sassi [allora era già vietata forse, ma non controllava nessuno] e seguente selezione in base alla pezzatura, 5 tipi di forme e peso (anche una bilancia del tipo stadera, quella dei pescivendoli e fruttaroli al mercato dei paesini) diversi, standardizzati e si compilava un report iniziale.
5) L’amico con la barca usciva e si posizionava nel mezzo del fiume, gettando l’ancora (pochi metri di fondale)
6) Si iniziava a lanciare i sassi in acqua. E come tutti sapete appena il sasso fa “gluck”, da cui il termine gluckista, inizia la trasmissione dell’onda superficiale. E via a prendere dati, misurazioni, tempi, dimenticavo a disposizione avevamo anche un cronometro.
7) Il primo giorno, ci si limitava ad osservare le facce dei curiosi che non osavano chiedere. Evidentemente li guardavamo lanciando lo sguardo oltre i loro occhi, non si doveva dar peso alla loro presenza. Ma già il giorno dopo arrivavano i curiosi a far domande, di solito vecchi pescatori, o vecchi e basta. “Sa si drè fa fiò!?” (cosa state facendo ragazzi?). E’ qui che parte l’attività lavorativa, prima solo approntamento del luogo di lavoro.

Si rispondeva così almeno per tutta la seconda giornata: “Scusate ma non possiamo rilasciare informazioni, la morfologia del territorio e l’assetto sociale non ce lo permette” . Ma dico possibile che non capisci che ti ho risposto con una grandissima minchiata che è come la supercazzola [la definisco così ora che allora non l'avevano ancora inventata quelli di "Amici miei"]!? Ma si sa la curiosità non soddisfatta diventa scopo di vita. Così il capannello aumentava, la stessa domanda diventava eco. Non si poteva restare crudeli a tale richiesta.
“Allora ascoltate. Noi siamo giovani ed in quanto tali sottopagati, siamo studenti che svolgono questo genere di attività nel periodo estivo inseriti in progetti per cui i committenti incassano fior di milioni di palanche [lire! Belle le lire ve le ricordate!?] e a noi lasciano le briciole, se siete disposti ad allungarci una mancia, almeno 500 lire, [cadauno neh! era il 75/76!] o anche solo a pagarci il pranzo al baracchino, vi diamo le risposte che volete, ma mi raccomando acqua in bocca perché il progetto non durerà solo quest’estate ma si protrarrà anche in inverno, per un anno intero [che cavar quattrini in inverno mica è facile…]. Si tratta di valutare tutte le condizioni atmosferiche e la densità dell’acqua varia al variare della temperatura”… ”Sal’è la densità da l’acua? L’acua l’è semper acua” (Cos’è la densità dell’acqua? L’acqua è sempre acqua.)… Presi al lazzo, accalappiati in pieno. Si passava all’incasso e cominciava la solfa, una sonata in Do maggiore con acuti di Do col taglio in testa e in gola…
“Stiamo misurando la risposta del fluido a una modificazione provocata dall’esterno. Entrano in gioco le dinamiche di flusso, le onde di piena e di propagazione, gli sforzi tangenziali e le dissipazione di energia nel corpo fluido, i vortici di dispersione.” Questa era la mia parte sono sempre stato un somaro patentato in fisica. Manco sapevo quello che dicevo, il terzetto era omogeneo. Io liceale al terzo anno, un perito pluri-bocciato e un geometra: l’interdisciplinarità delle scienze ci permetteva di completare il quadro, tutti della stessa età. La questione è che eravamo tre asini patentati in fisica: e questo era perfetto per la riuscita dell’inganno.
“Il progetto è sviluppato dalla Regione Piemonte e Lombardia e i gruppi sono divisi in modo tale che uno, noi lombardi, misuriamo sul territorio piemontese, un altro piemontese misura su quello lombardo e sono dislocati al ponte di Galliate ed un terzo misto lombardo-piemontese (mi pareva di essere durante il periodo delle guerre savoia-austro-ungariche) sta al “ponte delle Barche” [è un ponte che appoggia davvero su barche ancorate che esiste da un sacco di tempo] a Bereguardo. Questa precisazione ci obbligò a creare un altro gruppo che si recava al ponte di Galliate, in fondo ad una decina di km da noi per sostenere la fola. Al ponte di Bereguardo non ci andò mai nessuno nemmeno dei vecchietti della nostra zona, ne eravamo certi che sondata la posizione a Galliate non avrebbero approfondito di più (cosa che dovrebbe insegnare qualcosa sulle truffe, meditare gente, meditare).

Mi è capitato negli anni seguenti di passare da quelle parti (spesso) in bici (mtb) e visto che ho una memoria visiva esagerata, riconoscere qualcuno di quei vecchietti, mi avvicinavo e cominciavo a borbottare: “ma pensa ti se cal pont lì in minga bon da tiral giò e fal nof” (pensa te se quel ponte lì non sono capaci di tirarlo giù e farne uno nuovo) e sentire rispondere: “pensa ca trentan fa gh’era chi vuna cumpagnia da fiurot a fa i misur, sen mo chi cul pont de fer ca l’è 'na struzadura” (pensa che trentanni fa c’era qui un gruppo di ragazzotti a far le misure, e siamo ancora qui col ponte di ferro che è un impedimento)… saluto rimonto in sella e al primo prato mi butto a terra dalle risate… saranno dieci anni che non riconosco nessuno, ora il vecchietto sono diventato io.

saludos globalporcinari
Dove c'è acqua c'è pesce e...
dove c'è bosco c'è fungo

Ho messo l'ombra perchè il nero smagrisce.

"prima o poi butterà davvero, non può splendere il sole per sempre"

Referenze: nel 2017 sono stato al raduno di MP... quello del Cecca
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: fungomatto, guba, cordolinu, emiliano, Rinal70, Nutria

Ho vissuto di espedienti : il Gluckista 22/04/2019 16:07 #126266

  • Rinal70
  • Avatar di Rinal70
  • OFFLINE
  • sosia di raffaele
  • Rinaldo...il vecchietto informatico di MP
  • Messaggi: 1481
  • Ringraziamenti ricevuti 3865
  • Karma: 187
Ciao Attilio,
i tuoi racconti surreali e comici sono uno spasso per chi legge..... :lol: :lol:
in attesa del tempo dei porcini....continua così se puoi...
ciao
Rinaldo
Fermatemiiiii!!!....
sono incontinente con Photoshop ...azzz
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: ombra58

Ho vissuto di espedienti : il Gluckista 26/04/2019 17:50 #126280

  • Nutria
  • Avatar di Nutria
  • OFFLINE
  • Pantalone bianco
  • Messaggi: 645
  • Ringraziamenti ricevuti 1667
  • Karma: 6
Cavoli con questi requisiti avevate una promettente carriera politica davanti a voi :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: ombra58

Ho vissuto di espedienti : il Gluckista 29/04/2019 22:09 #126284

  • emiliano
  • Avatar di emiliano
  • OFFLINE
  • Leggings
  • ..............................​....!!
  • Messaggi: 3496
  • Ringraziamenti ricevuti 4740
  • Karma: 157
...... avrei voluto vedere il teodolite piantato e un somaro liceale a leggere le misurazioni :lol: :lol:

Porco mondo se sei fuori!!!
Diocesi è me da vecchio!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: ombra58

Ho vissuto di espedienti : il Gluckista 01/05/2019 10:54 #126289

  • ombra58
  • Avatar di ombra58
  • OFFLINE
  • Pantalone bianco
  • Messaggi: 487
  • Ringraziamenti ricevuti 924
  • Karma: 211
Farò del mio meglio Rinal, tieni conto che la stagione bussa alla porta, punto a postare black mamba (porc) prima della fine del mese :grazie:

Save la questione è che ci piaceva la gnocca e sai non volevamo distrazioni, ah fosse arrivato prima il Berlu a chiarirci le idee sulla politca :lol:

Emi ti saresti rovesciato per terra, che dico dentro il Ticino glu glu... gluck ;)
Dove c'è acqua c'è pesce e...
dove c'è bosco c'è fungo

Ho messo l'ombra perchè il nero smagrisce.

"prima o poi butterà davvero, non può splendere il sole per sempre"

Referenze: nel 2017 sono stato al raduno di MP... quello del Cecca
Ultima modifica: 01/05/2019 10:55 da ombra58.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: emiliano, Nutria
Tempo creazione pagina: 0.137 secondi
Powered by Forum Kunena

Hilliger Media Shop
Template "butterfly_menu_tendina_home" designed by Hilliger Media (Copyright © 2011)